La diminuzione degli afflussi di Bitcoin Trust

La diminuzione degli afflussi di Bitcoin Trust in scala di grigi blocca il prezzo di BTC dal recupero di ATH: Analisti JPM

Secondo gli analisti di JPM, i decrescenti afflussi di Bitcoin Trust di Grayscale impediscono alla crittovaluta di recuperare il suo valore più alto di tutti i tempi.

Bitcoin avrà difficoltà a recuperare 40.000 dollari, dato che gli afflussi verso il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) si sono ridotti nelle ultime settimane, hanno Bitcoin Pro sostenuto gli strateghi della gigantesca banca d’investimento multinazionale statunitense – JPMorgan Chase & Co.

Gli afflussi verso il GBTC non sono sufficienti a spingere BTC più in alto

Gli analisti di JPMorgan, guidati da Nikolaos Panigirtzoglou, hanno evidenziato il ruolo della scala di grigi in termini di adozione di BTC e di sviluppo dei prezzi.

Allo stesso tempo, hanno ragionato sul fatto che se gli afflussi degli investitori istituzionali si fermano o scendono al di sotto di una certa soglia, il prezzo degli asset potrebbe risentirne. Hanno raddoppiato il loro racconto in un recente rapporto, citato da Bloomberg.

Il grafico sopra riportato dimostra l’elevata correlazione tra l’andamento dei prezzi di BTC e il totale degli afflussi settimanali nel Grayscale Bitcoin Trust.

Utilizzando questi dati, gli strateghi hanno delineato il possibile pericolo di un’ulteriore correzione del bitcoin, dato che gli afflussi di GBTC hanno raggiunto il picco all’inizio di questo mese e sono gradualmente diminuiti. Di conseguenza, la mancanza di consistenti allocazioni potrebbe impedire che il prezzo delle attività raggiunga e superi il livello di 40.000 dollari.

„Al momento, l’impulso istituzionale di flusso dietro il Grayscale Bitcoin Trust non è abbastanza forte per far sì che il Bitcoin superi i 40.000 dollari“. – hanno affermato gli analisti.

Inoltre, hanno avvertito il contrario, poiché c’è il rischio che „i trader di momentum continuino a srotolare le posizioni sui futures Bitcoin“.

La criptovaluta primaria ha visto un massimo storico all’inizio di gennaio a $42.000, ma ha subito un crollo di valore nelle settimane successive ed è persino scesa sotto i $30.000 in alcune occasioni.

GBTC e investitori istituzionali

Poiché i principali strateghi di una delle più grandi banche d’investimento del mondo ritengono che i flussi istituzionali verso la GBTC abbiano un impatto significativo sul prezzo di BTC, vale la pena di esplorare i dati disponibili per verificare se il principale asset manager digitale ha effettivamente visto una riduzione.

Il 2020 si è rivelato essere l’anno di maggior successo per l’azienda, che è riuscita a decuplicare l’AUM da circa 2 miliardi di dollari alla fine del 2019 a oltre 20 miliardi di dollari. Inoltre, la scala di grigi ha visto più afflussi nell’ultimo trimestre (4° trimestre 2020) che nei primi sei anni di esistenza messi insieme.

Il nuovo anno è iniziato anche con un botto, poiché l’amministratore delegato di Grayscale, Michael Sonnenshein, ha rivelato che gli investitori istituzionali hanno stanziato quasi 1,3 miliardi di dollari in GBTC in una sola settimana. A titolo di confronto, il flusso medio settimanale nel miglior trimestre dell’azienda è stato di 217 milioni di dollari, ovvero circa sei volte meno.

Tuttavia, quella settimana record è arrivata dopo che Grayscale ha aperto il Trust per i nuovi investitori dopo una pausa di tre settimane. Questo potrebbe essere il motivo alla base dei numeri inaspettatamente alti e potrebbe giustificare la successiva riduzione dei flussi in entrata e del prezzo di BTC.

Comments are closed.